martedì 28 aprile 2015

Gianbopensiero


La consueta intervista dopo partita col mister neroazzurro Gian Luca Bocchi
IM1923: La tua analisi della gara di domenica contro la Veloce
G.L.B.: Ai ragazzi, domenica, avevo chiesto di onorare al meglio il campionato e di cercare di congedarci con una prova positiva. Mi hanno accontentato e ne sono ovviamente felice. Il primo quarto d'ora non è stato bellissimo, ma una volta trovate le giuste misure penso che la mia squadra abbia disputato una buona gara. Ne è scaturita una partita piacevole, ricca di gol e di buone giocate tecniche che ci hanno permesso di chiudere il campionato con una vittoria.

IM1923: La nona vittoria casalinga stagionale ha confermato il trend di tutto il Torneo, con la tua squadra fortissima in casa e assai debole in trasferta. Perchè, secondo te, questo andamento così contraddittorio?
G.L.B.: E' una domanda che mi hai fatto diverse volte. A mio avviso sono diverse le cause. La prima fra tutte penso sia il fatto che al Ciccione molti giocatori della rosa si sentono a loro agio. Alcuni campi del nostro campionato sono al limite del regolamento, vuoi per il fondo o per le dimensioni.  Un altro fattore puo' essere il fatto che soprattutto fuori casa abbiamo dovuto affrontare situazioni di vera emergenza, anche di carattere logistico, come avvenuto in un caso, in occasione della gara d'andata contro la Veloce, quando lo scoppio in autostrada  di un pneumatico del pulmino che io stesso guidavo ci ha causato uno spavento grandissimo e ci ha costretto ad arrivare al campo con notevole ritardo. Non è stato un caso se quella partita dopo soli 15 minuti ci vedeva sotto di due gol e con 1 giocatore in meno... La poca esperienza di molti giocatori della rosa può essere un'altra causa, visto che in trasferta incide di più.  Come vedi ci sono tantissimi fattori che possono intervenire, ma credo che a questi si possa aggiungere anche il caso...

IM1923: E' tempo di bilanci, anche personali. Come giudichi il Campionato della tua squadra e come ti giudici in questa prima esperienza sulla panchina di una Prima squadra?
G.L.B.:Il giudizio sul campionato della mia squadra non può che essere positivo. Le difficoltà affrontate fin dalla scorsa estate sono state moltissime, ma questo ha reso la stagione ancora più interessante. In termini numerici ho più volte sostenuto che questa squadra, al completo, non poteva accontentarsi di una semplice salvezza, come era negli obbiettivi di inizio stagione. La cosa che più mi soddisfa, comunque, è il fatto di aver individuato, nel corso dei mesi, un gruppo di giocatori che per molte stagioni potranno tornare utili alla causa nerazzurra. Non mi riferisco soltanto agli "under" , ma anche a quei giocatori che hanno dimostrato qualità tecniche e morali importanti e che costituiscono un valore importante per questa società.
Dal punto di vista personale, sicuramente la stagione appena conclusa, come si suole dire,   mi è servita come il pane. Allenare l'Imperia, qualunque siano le risorse economiche a disposizione, rappresenta un'opportunità importante per qualsiasi allenatore. La pressione è diversa rispetto a qualsiasi formazione della categoria e , come da giocatore, queste situazioni mi hanno sempre portato a dare il massimo. Ecco, su questo  mi sento di dire che sono stato all'altezza della situazione, avendo assicurato sempre, ogni giorno dallo scorso luglio, il massimo impegno per questa squadra.

IM1923: Avete cominciato a parlare, con la Dirigenza, di quello che farai la prossima stagione? Dobbiamo/dovranno ancora "sopportarti"?
G.L.B.: Non sono ancora stato confermato ufficialmente per la stagione prossima, ma non posso nascondere che le mie "sensazioni" mi portano a pensare che anche la stagione prossima alcuni tuoi lettori-intenditori dal palato fino mi dovranno "sopportare" ,questa divagazione me la dovevi concedere... L'intesa con Bencardino sulle questioni tecniche è sempre stata ottimale e nei momenti in cui ci siamo confrontati con la società per questioni tecniche, abbiamo sempre ricevuto riscontri positivi. Le difficoltà affrontate, come dicevo prima, sono state moltissime e quasi tutte le abbiamo superate, se non del tutto, comunque non ci hanno fatto sbandare. Credo che la situazione sia molto diversa rispetto alla  fine della stagione scorsa, quando regnava l'incertezza e molti giocatori storcevano il naso per vestire la maglia dell'Imperia. Credo che in tal senso si siano fatti dei passi nella direzione giusta e, sempre secondo il budget a disposizione, si potranno avere le forze per migliorare ulteriormente il campionato appena concluso.

lunedì 27 aprile 2015

Ieri, oggi e... domani ?


L'Imperia di Gian Luca Bocchi si congeda dal pubblico amico (poco più di un centinaio, davvero pochi intimi) con la nona vittoria casalinga stagionale (successo che condanna alla retrocessione proprio la Veloce) e termina al sesto posto in classifica, in coabitazione con il Ventimiglia, un buon Campionato che, nelle speranze di tutti i sostenitori imperiesi, potrebbe essere il trampolino per un Campionato di vertice nella prossima stagione... ma tutto dipende, evidentemente, dalle intenzioni delle Dirigenza imperiese. Avremo tutto il tempo di parlare di questo ed altri argomenti.
Ora celebriamo la squadra di Gian Luca Bocchi che ha disputato un Torneo più che dignitoso, anche e soprattutto alla luce dei molti dubbi e perplessità che c'erano alla fine della scorsa estate.
Invece la squadra è praticamente sempre stata nella parte sinistra della classifica e, addirittura, a dieci giornate dal termine, era terza in classifica a tre punti dalla zona play off.
Una squadra che ha sempre giocato con più degli obbligatori tre under in campo, spesso addirittura cinque o sei, a dimostrazione della bontà della nidiata dei ragazzini classe '97 e '98 che, non a caso, sabato scorso, si sono laureati Campioni regionali e che, nelle prossime settimane, giocheranno la fase nazionale.
Molti di questi ragazzi erano stati allenati, la scorsa stagione, dall'attuale mister imperiese, Gian Luca Bocchi che, all'esordio come allenatore di una Prima squadra, al di là di qualche espulsione di troppo e delle critiche feroci di chi sostiene che alcuni dei giovani che hanno giocato avrebbero dovuto essere sostituiti da altri "fenomeni", ha comunque fatto il suo e ottenuto una salvezza senza patemi e senza che la squadra venisse mai coinvolta direttamente nella bagarre.
A parte i "ragazzini terribili", molto bene Amerigo Castagna che, oltre ad essere il miglior cannoniere della squadra con quattordici reti e aver fatto a sportellate con le difese avversarie, ha sempre dato un grande contributo anche in fase difensiva; ottima la stagione di Alessandro Trucco che ha fugato i dubbi di molti sostenitori neroazzurri dando sicurezza ad una difesa spesso giovanissima; molto bene Ivan Massi, l'unico dei quattro arrivati ad inizio stagione ad aver terminato la stagione, che ha disputato una stagione di alto livello, dimostrando di essere un giocatore completo; bene anche il capitano imperiese, Alessandro Ambrosini, che ha ricoperto più ruoli nel corso dell'anno, così come Giuseppe Giglio, nonostante abbia dovuto saltare, per motivi lavorativi, un paio di mesi e Mattia De Simeis, finchè il fisico ha retto. Da rivedere, magari con una preparazione atletica adeguata e completa, Davide Rovella.
Ora inizia la solita lunga attesa di notizie che, come già sappiamo, non arriveranno mai da parte di una dirigenza che si rifiuta in modo imperterrito di comunicare con i tifosi contrariamente a quanto più volte richiesto tramite questo blog. La logica direbbe che trattenendo tutti questi ragazzi, e magari integrando la rosa con un centrale difensivo esperto (e chi segue il calcio locale può avere una mezza idea di quale possa essere il primo nome che può venire in mente), un centrocampista d'ordine e una seconda punta in grado di vedere la porta e magari che garantisca una certa tenuta fisica, si potrebbe puntare ad un torneo da protagonisti (dove ritroveremo i cugini matuziani reduci dall'ennesima trasformazione), ma siccome ormai ad Imperia siamo abituati a tutto e al contrario di tutto, non sarebbe male che, a bocce ormai ferme, ma con il campo ancora caldo, questa dirigenza ci rendesse edotti a mezzo stampa su quali siano le intenzioni perché sarebbe francamente stucchevole attendere fine luglio o i primi di agosto senza neppure sapere se ci si iscriverà al prossimo campionato.

domenica 26 aprile 2015

Sondaggio. Vota il migliore contro la Veloce

Quindicesima giornata de "Il neroazzurro dell'anno".

Partecipare è semplice: dovete solo votare il miglior neroazzurro in campo contro la Veloce nel box alla destra di questo post.
Con questo voto, con quello di un gruppo di amici che so per certo che hanno visto la partita, assieme alle pagelle del "Secolo XIX", di "La Stampa" e "Puntoimperia.it", viene fatta una "media" e porterà al risultato finale.
Questo in modo tale che il sondaggio possa essere il più possibile veritiero, cioè basato su quello visto in campo, e non "influenzato" da amici e parenti del calciatore. Alla chiusura del sondaggio (tra due giorni), ai primi 3 in classifica verranno assegnati, nell'ordine, 5, 3 e 1 punto.
A fine stagione, coi voti dei vari sondaggi, effettuati dopo ogni gara interna, verrà decretato il "Neroazzurro dell'anno" e seguirà in questo speciale concorso a Marco Di Placido, Gian Luca Bocchi, Roberto Iannolo , ancora Roberto Iannolo, Guido Balbo , Roberto Iannolo e Marco Prunecchi vincitori nelle 7 stagioni precedenti.
Questa la classifica provvisoria:
23  punti: Giglio
22 punti: Castagna, Ambrosini 
12 punti: Massi
10 punti: Garattoni
8 punti: Trucco
6 punti: Franco, Roda
5 punti: Prunecchi, Battipiedi, Laera
1 punto: De Simeis, Rovella
Votiamo!

30° giornata (15° ritorno). Imperia-Veloce: 3-2

Questo pomeriggio alle ore 16,30 (ingresso gratuito), agli ordini di  Giuseppe Vingo di Pisa, l'Imperia di Gian Luca Bocchi affronta la Veloce di Maurizio Oliva, gara valevole per l'ultima giornata della stagione regolare.
E' ormai volta al termine la stagione 2014-2015 e quella odierna sarà una passerella per il mister neroazzurro ed i suoi ragazzi, che hanno disputato un Campionato più che dignitoso, specialmente in considerazione dei presupposti d'inizio stagione... ma ci sarà tempo, nei prossimi giorni, per fare un bilancio più dettagliato.
Imperia e Veloce si affrontano al "Nino Ciccione" per la dodicesima volta nella loro storia. Nei precedenti 11 incontri disputati al "Nino Ciccione", il bilancio è di 6 vittorie per i neroazzurri, 3 pareggi e 2 vittorie dei granata, 23 i gol fatti dall'Imperia e 12 quelli realizzati dalla Veloce.
La gara d'andata, giocata il 22 dicembre 2014, era terminata 2-0 per i savonesi.
Prima del fischio d'inizio, verrà osservato un minuto di silenzio per ricordare il ventiduenne calciatore del CFFS Cogoleto Paolo Ceccarelli, tragicamente scomparso in settimana.
LE FORMAZIONI
Assente per squalifica Samuele Roda, in dubbio la presenza di Fabio Laera e Davide Rovella.
In campo, anche alcuni di protagonisti della splendida vittoria ottenuta ieri pomeriggio dalla Juniores di Alfredo Bencardino, che ha conquistato il titolo di categoria ed ha ottenuto il pass per la fase finale nazionale.
Nella Veloce, assenti per squalifica Alessio Salis, Marco Parodi e Federico Tiola.
L'Imperia scende in campo con: Trucco, Amoretti, Massi, De Simeis, Ambrosini, Alberti, S.Semeria, Abbattista, Rovella, Giglio, Castagna.
La Veloce risponde con: Cerone, Ravera, Giaccardi, Eretta, Rubino, Schirru, Scarfò, Atzeni, Girgenti, Ninivaggi, Barranca.
LA CRONACA
Terreno in discrete condizioni, sugli spalti poco più di un centinaio di spettatori.
2' Ninivaggi, servito da Scarfò, entra in area e tira a botta sicura, ma Trucco devia in angolo
12' Castagna serve Rovella, il cui diagonale ' deviato coi piedi da Cerone
21' gran tiro dal limite dell'area di Castagna che, deviato da un difensore, esce di pochissimo a lato
22' ancora Castagna protagonista, va sul fondo e crossa al centro Giglio, che serve Abbattista  il cui tiro è deviato da un difensore ospite
26' cross dalla destra di Giglio per Castagna, il cui colpo di testa è deviato sulla linea di porta da un difensore
33' Ambrosini serve Rovella, che è anticipato da Cerone con un colpo di testa, la sfera giunge sui piedi di Castagna che fa partire un beffardo pallonetto da 25 metri che s'infila: 1-0 e quattordicesima rete stagionale per l'attaccante di Alba
35' immediato pareggio della Veloce: Girgenti, dalla linea di fondo, fa partire un tiro cross che beffa Trucco. 1-1
36' triangolazione Giglio-Rovella-Giglio con tiro di quest'ultimo bloccato senza problemi dal portiere velociano
45' De Simeis conquista la sfera a metà campo, salta tre avversari con una serie di magie, serve Giglio che infila il gol del 2-1: quarta rete stagionale per il centrocampista imperiese
La prima frazione di gioco finisce 2-1
Le squadre si ripresentano in campo invariate
65' primo cambio per la Veloce: esce Scirru ed entra Rapetti
68' clamoroso pasticcio della difesa ospite, la sfera giunge sui piedi di Castagna che potrebbe segnare con la porta spalancata, ma preferisce servire Rovella che infila da un metro: 3-1 e sesta rete stagionale per l'attaccante neroazzurro
70' primo cambio per l'Imperia: esce Rovella ed entra Dominici
71' secondo cambio per l'Imperia: esce Ambrosini ed entra Matteo Semeria
72' ammonito Rapetti per un brutto fallo si danni di Alberti
80' ultimo cambio per l'Imperia: esce De Simeis ed entra Renna, che esordisce in prima squadra
81' ammonito Alberti per gioco falloso
89' secondo cambio per la Veloce: esce Ravera, entra Garzoglio
91' ammonito Abbattista per gioco falloso
92' ammonito Rubino per gioco falloso
93' tambureggiante attacco ospite, con Trucco che compie due miracoli su conclusioni dei velociani, ma non può nulla sulla terza conclusione di Rapetti: 3-2 e fischio finale
Termina così la stagione 2014-2015, con tutta la squadra ed il mister festeggiati dai tifosi neroazzurri sotto la Gradinata Nord


30° giornata (15° ritorno). Risultati, classifica e marcatori

FINALE-CAIRESE: 2-1. 20' Perlo (F), 31' Fancello (F), 85' Alessi (C)
GENOVA CALCIO-FEZZANESE: 4-2. 29' Morando (G), 41' Lorieri (F), 49' Ponte (F), 69' Mura (G), 77' e 79' Memoli (G) 
IMPERIA-VELOCE: 3-2. 33' Castagna (I), 35' Girgenti (V), 45' Giglio (I), 66' Rovella (I), 93' Rapetti (V)
LIGORNA-SESTRESE: 3-2. 12' Di Pietro (L),  44' Longo (S), 84' Migliaccio (L), , 86' rig. Mossetti (S), 92' Balle (L)
MAGRA AZZURRI-RIVASAMBA: 2-2. 15' Quintana (R), 25' Bosetti (R), 29' rig. Chiodetti (M), 66' Buccellato (M)
QUILIANO-BUSALLA: 4-2. 20' Romeo (Q), 28' Bortolini (B), 40' rig. e 80' rig. Albarello (Q), 55' Ottoboni (B), 82' Damonte (Q)
SAMMARGHERITESE-MOLASSANA: 2-2. 10' Mottola (S), 16' Tabiolati (M), 36' Martino (S), 37' Zino (M)
VENTIMIGLIA-RAPALLO: 3-1. 3' D'Asaro (R), 40' Galliera (V), 65' Lamberti (V), 76' Miceli (V)
CLASSIFICA
LIGORNA 68 promossa in Serie D
FEZZANESE 59 spareggi play off
MAGRA AZZURRI 53
GENOVA CALCIO 47
SAMMARGHERITESE 47
VENTIMIGLIA 42
IMPERIA 42
CAIRESE 37
RAPALLO 37
BUSALLA 35
RIVASAMBA 35
FINALE 35
SESTRESE 31 spareggio play out
QUILIANO 26
spareggio play out
VELOCE 26 retrocessa in Promozione
MOLASSANA 25
retrocessa in Promozione

sabato 25 aprile 2015

Settore giovanile. Juniores Campione regionale

La Juniores di Alfredo Bencardino ha vinto la finalissima regionale di categoria contro il Genova calcio.
Sul terreno sintetico della "Faraggiana" di Albissola, i neroazzurri si sono imposti per 3-0: le reti imperiesi portano le firme di Fabio Garattoni, Enrico Dominici e Ismaele Benini. Da segnalare che il Genova calcio ha fallito un calcio di rigore sul risultato di 2-0.
I ragazzi di Alfredo Bencardino, con questo successo, accedono alla fase nazionale.
Alfredo Bencardino ha così commentato, su imperiapost.it, questo trionfo: “È stata una vittoria meritata, che assume ancora maggior valore scorrendo la distinta, visto schierato tanti '97 e '98. La squadra ha fatto subito la partita, andando sul 2-0 e sfiorando più volte il terzo gol. Nella ripresa, poi, abbiamo trovato la rete che ha chiuso la partita. Voglio dire bravi ai miei ragazzi e ai miei collaboratori Annibale, Esposito e Bruschetta. Un grazie va anche alla società che ci è sempre stata vicina e ci ha permesso di andare sempre in trasferta in pullman e di allenarci con i nostri orari. Ci ha fatto sentire sempre a nostro agio. Ora affrontiamo con entusiasmo la fase nazionale, dove cercheremo di andare il più avanti possibile. Per me è un ritorno al passato. Quarant’anni fa vinsi proprio con l’Imperia il titolo nazionale Beretti. Sarebbe bello ripetersi. Lo dico sempre, ho vinto tanto nella mia carriera, ma quella vittoria non la scorderò mai, la porterò sempre nel cuore. L’ho detto anche ai ragazzi, è un’occasione da sfruttare per crescere, per migliorarsi, per confrontarsi con altre realtà e per vivere emozioni che difficilmente scorderanno“.

La terna arbitrale

Arbitro di Imperia-Veloce (fischio d'inizio alle ore 16,30) sarà Giuseppe Vingo di Pisa, coadiuvato da Ettore Walter Isolabella di Novi Ligure ed Alessandro Cremona di Genova.
L'arbitro toscano dirigerà i neroazzurri per la prima volta nella sua carriera.

Giudice sportivo

Ammonizione con diffida  (10° infrazione) per Fabio Laera e ammonizione  (6° infrazione) per Mattia De Simeis.
Nella Veloce, squalificati Alessio Salis, Marco Parodi e Federico Tiola.

venerdì 24 aprile 2015

La prossima avversaria. F.C. Veloce 1910

La Veloce di Maurizio Oliva, subentrato a Marco Gamberucci, è attualmente 14° in classifica ed ha totalizzato 26 punti, frutto di 4 vittorie (3 in casa e 1 in trasferta), 14 pareggi (7 in casa e 7 in trasferta) e 11 sconfitte (5 in casa e 6 in trasferta). I gol fatti sono 25 (16 in casa, 9 in trasferta) e quelli subiti 38 (17 in casa e 21 in trasferta).
Cannonieri granata:
4 RETI: De Luca
3 RETI: Giannone
2 RETI: Facello, Girgenti, Pagano, Rapetti, Salis, Tiola
1 RETE: Buccellato, Galliano, Parodi, Scarfò, Schirra
Imperia e Veloce si affrontano al "Nino Ciccione" per la dodicesima volta nella loro storia.
Nei precedenti 11 incontri disputati al "Nino Ciccione", il bilancio è di 6 vittorie per i neroazzurri, 3 pareggi e 2 vittorie dei granata, 23 i gol fatti dall'Imperia e 12 quelli realizzati dalla Veloce.
L'ultima vittoria interna dei neroazzurri è datata 11-03-2012.
 (nella fotografia l'esultanza di Pietro Daddi dopo il 3° gol)
Questo il tabellino della gara:
IMPERIA-VELOCE: 3-1
RETI: 57', 80' e 88' Daddi, 60' rig. Mendez
IMPERIA: Giovinazzo, Ibojo, Ferrari (46' Daddi), Monti, Mangione, Gaggero, Ponzo, Gagliardi (65' Conrieri), Balbo (65' Stamilla), Lamberti. All. Biffi
VELOCE: Giribaldi, Rubino, Gaggero, Maisano, Doffo, Pesce, Piana, Schipani (15' Schurdaj), Mendez, Pereyra (75' Ormenisan), Gagliano (46' Costantino). All. Pusceddu
ARBITRO: Cipriani di Empoli

La gara d'andata, giocata il 22 dicembre 2014, era terminata 2-0 per i savonesi.
Questi dati sono tratti da "Imperia calcio, storia di un amore", il sito della storia neroazzurra.
Per aggiornamenti della rosa del Rivasamba, fate riferimento al post dedicato al calciomercato invernale.

giovedì 23 aprile 2015

Settore giovanile. Juniores

Campionato Regionale Juniores d’Eccellenza girone di semifinale 3a giornata
Imperia – Tarros Sarzana 7-1 (4-1)
Marcatori: 6’ e 25’ pt. Dominici (I), 15’ pt. Renna (I), 23’ pt. e 7’ st. Roda (I), 3’ st. Moscatelli (I), 32’ st. Benini (I), 14’ pt. La Terra (T)
Imperia: Rinaldi (dal 75’ Morchio), Magrassi (dal 60’ Gresia), Basso, Semeria, Pinna, Gueribi (dal 46’ Benini), Renna (dal 65’ Cecchini), Taliercio, Dominici (dal 46’ Moscatelli), Realino, Roda.
A disposizione: Decanis, Scarone
Tarros Sarzana: Belloni, Cozzani (dal 46’ Pellini), Baldini, Podenzana, Volpi (dal 35’ D’antuono), Sassarini (dal 38’ Cardetti), Cabano, Pellistri, La Terra, Grasso (dal 46’ Calco), Alkurti.
A disposizione: Pieri, Mariotti,
La cronaca:
Troppo ampio il divario di motivazioni messe in campo dalle due squadre per fare si che la partita potesse vivere su qualche equilibrio di gioco. E le grandi motivazioni dei ragazzi di Mister Bencardino sono chiare fin dalla prima azione di gioco quando, sul lancio dalla battuta iniziale, la palla arriva a Roda che si invola e quasi dalla linea di fondo si vede respingere per ben tre volte i tiri scagliati verso la porta di Belloni. E dopo appena 6 minuti i neroazzurri sono in vantaggio. Altro assolo in dribbling di Roda che semina avversari come birilli sulla fascia sinistra e mette in mezzo rasoterra al limite dell’area piccola dove si avventa come un falco Dominici che anticipa il suo marcatore e spinge la palla in fondo al sacco. Dopo il vantaggio si vivono gli unici 10 minuti in cui il Tarros resta in partita visto che si rende prima pericoloso con un tiro velenoso di Pellistri dal limite smanacciato da Rinaldi e poi, al 14’ con La Terra che, dopo aver ricevuto palla al vertice dell’area di accentra di un paio di metri e lascia partire un tiro teso che piega le mani a Rinaldi vanamente proteso in tuffo alla sua destra. Ma il risultato rimane in equilibrio solo un paio di minuti, quelli necessari a Renna per riportare in vantaggio i suoi, abile a ribattere in rete una corta respinta del portiere ospite. Al 23’ arriva la terza rete, opera di Roda che anticipa di testa il portiere e appoggia in gol un perfetto cross da destra di Taliercio. 2 minuti e il risultato del match va in archivio. Altro cross da sinistra di Roda che arriva sui piedi di Taliercio che spara in porta trovando una miracolosa respinta di Belloni che, però, nulla può sul tap-in da due passi di Dominici velocissimo ad avventarsi sulla sua corta respinta. Il resto del primo tempo vede sempre in pieno controllo della partita l’Imperia che sfiora ancora il gol in un paio di occasioni.
Ad inizio ripresa Moscatelli, appena entrato al posto di Dominici, mette subito il sigillo sulla sua partita scaricando in gol, in diagonale, un perfetto invito in profondità di Realino e poco dopo è ancora Roda a finalizzare l’ennesima azione personale per il tennistico 6-1. Tocca ancora a Benini mettere il proprio nome del tabellino dei marcatori al 32’ quando fugge dopo una finta a metà campo per presentarsi tutto solo davanti ad un rassegnato portiere spezzino che non può far altro che raccogliere ancora una volta la palla in fondo al sacco. Poi, dopo diversi minuti dal fischio finale, alla notizia del pareggio finale tra Rivasamba e Sestrese si può scatenare la gioia per la conquista della finale regionale di categoria. Roda e Dominici i migliori per l’Imperia, Pellistri e La Terra per il Tarros Sarzana
Le pagelle:
Rinaldi 6 Sembra un po' in ritardo sul gol ma poi sbroglia in sicurezza le poche occasioni in cui viene chiamato in causa durante il match
dal 75' Morchio 7,5 solo 15 minuti e sul 7-1 ma riesce a fare due parate strepitose nei minuti finali quando la linea difensiva si rilassa un po' troppo
Magrassi 6: a volte si complica la vita rinunciando a fare la cosa semplice ma, grazie anche alla pochezza degli avversari, controlla abbastanza agevolmente la fascia di competenza
dal 60' Gresia 6 compitino facile facile contro attaccanti avversari non pervenuti
Basso 6,5 supporta a dovere Roda sulla fascia sinistra e dalla loro zona di competenza arrivano quasi tutti i pericoli della prima parte del match. nella ripresa e con il risultato in ghiaccio rallenta e si limita a controllare la linea difensiva.
Pinna 6,5 a guardarlo sembra lento e un po' lezioso ma, a parte qualche brivido in dribbling un po' avventurosi da ultimo uomo,
è insuperabile da qualsiasi avversari gli si pari contro
Semeria Matteo 7 difensore centrale non per vocazione ma per necessità di batte con ardore e grinta e trova sempre il bandolo della matassa
Gueribi 6 trotterella in mezzo al campo senza strafare e senza sbavature
dal 46' Benini 6.5 gioca sempre a 100 all'ora sia quando è imprendibile come nell'occasione del suo gol sia quando, a volte, è troppo veloce a disfarsi del pallone
Renna 6.5 si accende in occasione del gol del 2-1, per il resto ordinaria amministrazione sulla fascia destra
dal 65' Cecchini 6 tanta, tantissima voglia, ma non la becca proprio mai
Taliercio 7 mette qualità nella zona nevralgica del campo e sforna un assist a Roda per il 3-1 e un gran tiro che mette in difficoltà il portiere avversario che concede il bis a Dominici per il 4-1
Dominici 8 non è ancora al 100% e si vede ma già così è devastante in mezzo all'area e segna 2 gol in 45 minuti in cui gli avversari non riescono mai a limitarlo fisicamente
dal 46' Moscatelli 6.5 3 minuti e fa 5-1 poi corre in lungo e in largo ma è poco lucido negli 11 metri finali
Realino 6.5 lavoro oscuro prima da trequartista poi da mezzala pura, serve un assist al bacio per il gol di Moscatelli
Roda 8.5 si dimostra di un'altra categoria, fa impazzire tutti gli avversari che sono sempre costretti a fermarlo con le maniere forti. 2 gol e 1 assist ma anche il cross che porta Dominici al gol del 4-1. incontenibile.
Bencardino 9 anche se non ha a disposizione un intera squadra di Juniores (Corio, Franco, Amoretti, Casassa, Abbatista, Garattoni, Alberti, Panizzi e Silvio Semeria) da fiducia ai "suoi" ragazzi e trova una prestazione importante anche se gli avversari di oggi erano "in gita"
Bruno Basso – Imperia calcio

La squadra di Alfredo Bencardino giocherà la finalissima regionale sabato 25 aprile alle ore 16,00 ad Albisola.

La mandrakata. 15° giornata (ritorno)

Quindicesima ed ultima giornata del girone di ritorno della 7° edizione de "La mandrakata", il concorso pronostici di Im1923
Il regolamento potete leggerlo cliccando qui.
Nei commenti a questo post dovete pronosticare, relativamente alla partita Imperia-Veloce:
1) il risultato del 1° tempo (2 punti). Risposta: il punteggio.
2) il risultato finale (4 punti). Risposta: il punteggio.
3) il nome dell'eventuale primo marcatore neroazzurro (3 punti). Risposta: il nome del calciatore.
4) il nome dell'eventuale primo neroazzurro a prendere un cartellino giallo o rosso (3 punti). Risposta: il nome del calciatore.
5) se sarà assegnato almeno un calcio di rigore (1 punto). Risposta: SI o NO.
In quest'occasione, tutti coloro che non l'hanno fatto dovranno giocare il jolly: gli scommettitori, quando lo giocheranno, raddoppieranno il punteggio ottenuto in quel pronostico.
Quello che vi chiedo è di crearvi (se non lo avete ancora) un account google: questo mi faciliterà per poter stilare la classifica settimanale e vi permetterà di poter eliminare o modificare il pronostico fatto, prima della scadenza del termine fissato. Per crearlo, basta andare nella pagina dove scrivete in vostri commenti oppure cliccate qui. In un minuto avrete il vostro account google, che potrete personalizzare con fotografie o altre belinate, andando su modifica profilo.
Pronostichiamo!
C'è tempo fino alle ore 16.00 di domenica

mercoledì 22 aprile 2015

Gianbopensiero

Analizziamo Rivasamba-Imperia nella consueta intervista con il mister neroazzurro Gian Luca Bocchi.
IM1923: La tua analisi della partita di domenica
G.L.B.: Contro il Rivasamba abbiamo disputato una buona gara. Purtroppo abbiamo perso per infortunio Rovella dopo soli 5 minuti di gioco e questo ha limitato  il nostro peso offensivo. Nella prima parte di gara abbiamo mantenuto un buon possesso palla, andando vicino al vantaggio con una bella azione di Garattoni e con un'altra, corale, che ha visto Castagna andare al tiro da posizione defilata. Il Rivasamba a questo punto ha alzato i toni agonistici, grazie ai quali ha portato la gara ad essere più equilibrata. Dopo il gol dello svantaggio, avvenuto in maniera del tutto fortuita, mi è piaciuta la reazione da parte dei miei ragazzi. Hanno saputo alzare il baricentro del gioco e abbiamo fatto due gol di buonissima fattura, specie il pareggio di Castagna avvenuto con una bellissima conclusione da 30 metri che ha sorpreso nettamente il loro portiere. Dopo il vantaggio di Semeria, bravo in mischia a trovare il varco giusto, su azione di angolo abbiamo subito il loro pareggio, grazie anche all'arbitro che non ha visto almeno tre trattenute, di cui una su Trucco clamorosa. Comunque rimane una prestazione che mi soddisfa e il risultato credo sia sostanzialmente giusto.

IM1923: La tredicesima rete stagionale di Amerigo Castagna e la prima realizzazione di Silvio Semeria: una bella soddisfazione per entrambi, ma anche per te
G.L.B.: Castagna, come dicevo prima, ha realizzato un gol davvero bello e devo dire che molte delle sue realizzazioni sono state altrettanto belle. E' un giocatore molto importante per noi, perchè oltre ad essere il nostro miglior realizzatore a livello numerico, partecipa tantissimo nella costruzione dell'azione e in molti casi si sacrifica in fase difensiva, specie sulle palle inattive a sfavore. Semeria ha avuto il merito e il piacere di sbloccarsi con la prima squadra e questo non mi sorprende perchè fino alla scorsa stagione, anche se a livello di settore giovanile, aveva una buona confidenza con la via della rete... La mia più grossa soddisfazione, comunque, sta nel fatto che sono stati molti i giocatori che sono andati in gol in questa stagione e questo credo sia importante da sottolineare perchè certifica in qualche modo la bontà del gioco espresso durante tutta la stagione.

IM1923: Non posso esimermi dal chiederti un parere su quello che è accaduto la settimana scorsa, della vicenda extracalcistica della quale tu e la squadra siete stati solo spettatori
G.L.B.: La settimana scorsa, su quanto accaduto, non ho rilasciato nessun commento. Devo riconoscere che quando mi è stata riferita la notizia, lunedì sera, sono rimasto un po' scosso, ma nella giornata successiva, dopo essermi confrontato con alcuni dirigenti, ho subito ripreso fiducia nel loro operato. Mi è stato spiegato che la natura del problema non dipendeva assolutamente da loro e che, una volta riconosciuta la quota per l'uso del campo di Dolcedo per circa un anno, si sarebbe risolto tutto. Oltretutto la quota in questione doveva essere dibattuta a settembre, ma l'intervento fattivo da parte dell'intera dirigenza ha permesso di risolvere la questione ben prima del termine fissato.
In questa lunga stagione, lunghissima per chi ha avuto il piacere di allenare la squadra, ci sono stati alcuni episodi nei quali non mi sono trovato d'accordo con la società, ma sono episodi marginali e di poco conto. Vorrei sottolineare, invece, la mia totale soddisfazione nel constatare come la programmazione della stagione sia avvenuta con il mio completo assenso e soprattutto vorrei sottolineare come il mio lavoro di allenatore abbia goduto della più ampia libertà, soprattutto nelle scelte tecniche. Ci sono state delle difficoltà che abbiamo affrontato, ma nessuna di esse mi era stata nascosta e soprattutto, come nel caso della settimana scorsa, c'è stato il massimo impegno, da parte della società, per trovare una soluzione definitiva. Questo, per me, rappresenta un punto di svolta rispetto alle passate gestioni , le stesse che hanno generato molti problemi e che, quella attuale, sta piano piano risolvendo.

IM1923: Molti commenti sul blog fanno riferimento all'utilizzo dei giovani durante questa stagione. Vuoi dire la tua ?
G.L.B.: La scelta societaria, da me condivisa, di inizio stagione prevedeva l'utilizzo di molti giovani durante il campionato. Come già detto in passato, si è puntato molto su un gruppo di ragazzi del '97 di buona prospettiva. Alcuni '96 sono stati confermati e allo stesso tempo nella formazione juniores, che sabato si giocherà il titolo regionale ad Albisola contro il Genova Calcio, sono stati promossi alcuni allievi del '98 , proprio per velocizzare il loro processo di crescita. I risultati ottenuti in questo ambito ( l'utilizzo dei giovani in prima squadra e i risultati della formazione di Bencardino) sono stati eccezionali. Molte squadre della nostra categoria invidiano questi grandissimi risultati. Nel corso della stagione ci sono state alcune situazioni personali spiacevoli, per scarso utilizzo o per incomprensioni, ma credo che rientri tutto nella normale gestione di una società di calcio e , in alcuni casi, penso che sia stato motivo di crescita ulteriore per i nostri giovani tesserati. A margine di tutto questo, si è dovuto fare una scelta netta e precisa nei confronti di quei ragazzi che non rientravano, momentaneamente, nei piani dell'Imperia prima squadra. Mi riferisco a quei ragazzi dati in prestito a società di promozione e prima categoria che sono stati ceduti solo per permettere loro di avere più spazio di quanto ne avrebbero avuto rimanendo. Anche per loro vale lo stesso discorso: un momento di difficoltà può essere visto come un motivo di crescita e , visto che fanno ancora parte del parco giocatori della società, non è detto che non possano tornare utili alla causa nerazzurra nelle prossime stagioni. Il loro rendimento è costantemente monitorato.

IM1923: A 90' dal termine del Campionato, con la salvezza acquisita da tempo ed un sesto posto in coabitazione con il Ventimiglia, cosa può offrire l'ultima gara casalinga contro la Veloce?
G.L.B.: E' una partita a cui teniamo molto. Sarà l'ultima della stagione, davanti al nostro pubblico e faremo di tutto per chiudere l'annata nel migliore dei modi. Non sarebbe male terminare a quota 42 punti. Purtroppo non ci saranno Laera e Rovella, anche se quest'ultimo potrebbe recuperare in extremis. Ci aspetta un week-end a forti tinte nerazzurre con il torneo internazionale che si svolgerà al Ciccione e ai Piani, la partita con la Veloce e soprattutto la finale del campionato Juniores , dove la formazione di Bencardino avrà la possibilità di far diventare eccezionale una stagione che è stata, per loro,  splendida.

Tragedia

È deceduto Paolo Ceccarelli, il calciatore dilettante di 22 anni di Arenzano militante nel Campionato di
Promozione nel Cffs Cogoleto e che domenica aveva giocato contro la Rivarolese, realizzando due gol.
Paolo si era sentito male, domenica scorsa, al rientro a casa: colpito da un aneurisma è stato ricoverato d'urgenza ma non c'è stato nulla da fare.
Paolo Ceccarelli aveva giocato, il 4 maggio 2014 scorso, contro l'Imperia, nell'ultima gara di Campionato (lo vedete ritratto alle spalle di Marco Prunecchi mentre sta per calciare il pallone).

Classifica marcatori

22 RETI: Baudi (Fezzanese)
21 RETI: Lamioni (Magra Azzurri)
15 RETI: Cacciapuoti (Sammargheritese)
14 RETI: Alessi (Cairese)
13 RETI: Lorieri (Fezzanese), Castagna (Imperia)
12 RETI: Di Pietro (7 Ligorna - 5 Sestrese),
11 RETI: Lamberti (Ventimiglia)
10 RETI: Quintana (Rivasamba)
9 RETI: Arnulfo (Ligorna), Mossetti (Sestrese)
8 RETI: Memoli (Genova calcio), Compagnone (Ligorna), Lenzoni, Musetti (Magra Azzurri), Sanci (Quiliano), Florio (Rapallo)
7 RETI: Grasselli (Fezzanese),  Rocca, Zoulaga (Finale), Rossi (Genova calcio), Musetti (Genova calcio)
6 RETI: Ortelli (Magra Azzurri)
5 RETI: Cagliani, Tacchino (Busalla), Torra (Cairese), Roselli (Genova calcio), Rovella (Imperia), Liguori (Ligorna), Musico, Pereyra (Rapallo)
4 RETI: Albrieux, Bortolini, Ottoboni (Busalla), Cerato, Clematis (Cairese), Anania (Finale), Mura (Genova calcio), Battipiedi (Imperia), Costa, Gallotti, Zunino (Ligorna), Cenname (Molassana), Albarello, Federici (Quiliano), Di Dio, Maucci, Paterno (Rapallo), Fontana (2 Rivasamba - 2 Sammargheritese), Martino (Sammargheritese), De Luca (Veloce), Cadenazzi (Ventimiglia)
3 RETI: Rizzo (Busalla), Piana, Pizzolato (Cairese), Bertagna, Fiocchi, Saoud (Fezzanese), Perlo, Scalia (Finale), Giglio, Massi, Prunecchi (Imperia), Balla, Ghiglia, Romei, Termini (Ligorna), Menichetti, Russo (Magra Azzurri), Garibaldi, Tabiolati (Molassana), Damonte, Romeo (Quiliano), Ranieri (Rapallo), Pomo (Rivasamba), Di Carlo, Fassone, Ilardo, Oliviero (Sammargheritese), Giannone (Veloce), Bosio, Cafournelle, Galliera, Lanteri, Miceli (Ventimiglia)
2 RETI: Corallo, Molon (Busalla), Solari (Cairese), De Martino, Frateschi (Fezzanese), Genta (Finale), Alberti, Ambrosini, Franco, Garattoni (Imperia), Migliaccio, Napello (Ligorna), Buccellato (Magra Azzurri), Caramello (Molassana), Hublina (Quiliano), Macaj (Rapallo), Conti, Latin, Nicolini (Rivasamba), Carbone (Sammargheritese), Anselmo, Gallucci, Piroli, Raiola (Sestrese), Facello, Girgenti, Pagano, Rapetti, Salis, Tiola (Veloce), Carriello, Valenzise (Ventimiglia)
1 RETE: Arrighi, Bottaro, Buccellato, Rizzo (Busalla), Barone, Buelli, Dolfo, Girgenti, Sbravati (Cairese), Andreani, Del Vigo, Flagello, Ponte (Fezzanese), Condorelli, Ferrari, Puddu, Raddi, Termine (Finale), Calcagno, Fassone, Maisano, Messina (Genova calcio), Laera,  Roda, S.Semeria (Imperia), Amato, Chiodetti, Passiglia, Sciutto, Selimi (Magra azzurri), Ansaldo, Sciutto (Molassana), Basso, Bottaro, De Marinis (Quiliano), D'Asaro, Livellara, Righetti (Rapallo), Bosetti, Cestari, Milanta, Pane, Paoletti, Pareto, Rolandelli, Romano, Ronconi, Traversaro (Rivasamba), Bacigalupo, Bertorello, Cogno, Malinconico (Sammargheritese), Ansaldi, Briata, Fabris, Ferraro, Filì, Mansoupa, Merialdo, Tangredi (Sestrese), Buccellato, Galliano, Parodi, Scarfò, Schirra (Veloce), Spagnuolo (Ventimiglia)
1 AUTORETE: Pizzolato (Cairese) pro Quiliano; Conti (Fezzanese) pro Magra Azzurri; Ferrari (Finale) pro Ligorna; Genta (Finale) pro Rivasamba; Corio (Imperia) pro Genova calcio; Zunino (Ligorna) pro Veloce; Pomo (Rivasamba) pro Molassana; Mansoupa (Sestrese) pro Fezzanese; Scerra (Ventimiglia) pro Fezzanese