mercoledì 27 maggio 2015

Settore giovanile. Pulcini 2004

Bellissima esperienza per i Pulcini 2004 dell'Imperia che domenica 24 maggio hanno preso parte alla fase regionale di "Sei bravo a...scuola di calcio" per la stagione sportiva 2014/2015. 
Alla manifestazione, che si è svolta a Ronco Scrivia, hanno preso parte oltre all'Imperia, il Vado, il Genoa, la Sampdoria, la Virtus Entella e lo Spezia in rappresentanza di tutte le province della Regione Liguria. 
E' stata una giornata all'insegna del gioco, del divertimento e del fair-play dove i piccoli neroazzurri si sono cimentati con squadre professionistiche ricevendo i complimenti dagli addetti ai lavori. 
Alla fine della giornata è stato il Genoa a strappare il pass per la fase Nazionale in programma a Coverciano a metà giugno avendo la meglio in finale nel derby con la Samp.
Per l'Imperia hanno preso parte alla manifestazione: Coccalotto Paolo, Baudo Riccardo, Fatnassi Amin, Hasanaj Indios, Panaino Pietro, Galante Tommaso, Di Massa Federico, Gerbore Leonardo, Ascheri Edoardo, Comiotto Mattia, Moro Luca, Llesmi Matteo, Parrella Emanuele, Faccio Roberto, Ranieri Alessandro. All. Comiotto Andrea e Capelli Christian. 



martedì 26 maggio 2015

Quattro chiacchiere con Gian Luca Bocchi (2° parte)

Proseguiamo la chicchierata con il mister neroazzurro Gian Luca Bocchi, cominciata ieri.
IM1923: La formazione Juniores allenata da Alfredo Bencardino ha entusiasmato tutti, richiamando al "Ciccione" in occasione della gara contro l'AlzanoCene un pubblico numeroso, come mai era accaduto in passato: quella squadra era tutta composta da giocatori che hai fatto giocare in Prima squadra. Una bella soddisfazione anche per te, una risposta ai soliti anonimi che rimprovano te ed il settore tecnico in generale di fare dei favoritismi o di aver tagliato altri giocatori.
G.L.B.: Il successo avuto dalla nostra Juniores è stato un fattore molto positivo per l'intero ambiente. Un gruppo di ragazzi straordinario che da diverse stagioni sta dando ottimi risultati per la società. Credo che questo entusiasmo vada sfruttato nella maniera giusta, dando maggiore impulso a tutte le altre leve del settore giovanile che comunque sta dando segnali incoraggianti sia dal punto di vista numerico che da quello della qualità. Alfredo Bencardino, una volta di più, si è dimostrato una persona splendida per come ha guidato questi ragazzi, dando loro un esempio e più di un insegnamento che saranno sicuramente utili ai ragazzi per diventare uomini, prima ancora di giocatori. Per me è stato un vero piacere lavorare al suo fianco e il fatto che ci sia ancora lui a ricoprire un ruolo fondamentale in questa società, non solo di allenatore della Juniores, mi infonde molta fiducia.
E' normale, quindi, che arrivati ad una certa soglia ci siano anche delle scelte da fare, ma è fondamentale che chi si sente vittima di scelte sbagliate reagisca e mostri tutto il proprio valore sul campo, che magari non sarà più il "Ciccione". 
Nella prossima stagione, a riguardo, con tutta probabilità ci sarà il rientro di un paio di giocatori che erano in prestito in categorie inferiori dove hanno dimostrato di poter avere una chances  nell'Imperia. Questo sarà un segnale tangibile su come la società abbia deciso di investire nel settore giovanile, senza dimenticare nessuno e concedendo lo spazio e il tempo necessario a molti ragazzi per mostrare il proprio valore.

IM1923: Un tuo ex compagno di squadra è, da qualche settimana, presente in tutte le trasmissioni calcistiche: parlo di Cristiano Giuntoli, ex difensore neroazzurro e Direttore Sportivo della squadra dei miracoli, il Carpi, neo promosso in Serie A: hai avuto modo di sentirlo? Gli riconoscevi simili capacità?
G.L.B.: Quello che Giuntoli ha fatto negli ultimi 4/5 anni è qualcosa di incredibile. Innanzitutto, oltre a fargli i complimenti, credo sia giusto rimarcare come sia stato importante il suo lavoro nella scelta dei suoi collaboratori. Il suo successo credo che nasca da questa sua grandissima capacità nel saper scegliere i collaboratori e i giocatori giusti. Ovviamente si parla di livelli completamente diversi dai nostri, ma sempre di calcio si parla. La scelta di giocatori dalle basse pretese economiche ma dalla grandissima voglia di emergere, questo credo sia stato il fattore vincente. In questi giorni non l'ho sentito, ma credo non ce ne sia bisogno per manifestargli i miei complimenti. Da compagno di squadra gli è sempre stata riconosciuta una certa "scaltrezza" e questa sua dote credo  l'abbia ulteriormente accresciuta con il passare degli anni e delle esperienze.
L'esempio del Carpi è fondamentale per tutte quelle società che hanno voglia di emergere pur non disponendo di grandissime risorse economiche. Organizzazione, unità di intenti, entusiasmo e spirito di sacrificio in molti casi permettono di compiere dei veri miracoli sportivi.

lunedì 25 maggio 2015

Quattro chiacchiere con Gian Luca Bocchi (1° parte)

Ad un mese dalla fine del Torneo, in mancanza di dichiarazioni ufficiali della Dirigenza neroazzurra,ci rivolgiamo al Mister "in pectore" Gian Luca Bocchi per carpire qualche notizia.

IM1923: Sarai il mister dei neroazzurri anche la prossima stagione? E se si, state cominciando a pianificare la prossima stagione?
G.L.B.: Non c'è ancora stata l'ufficialità, nel senso che ancora non abbiamo affrontato l'argomento insieme ai dirigenti. Non credo ci siano dubbi da ambo le parti riguardo la possibilità di continuare insieme e, in tema rimborso spese, da parte mia c'è tutta la volontà di andare incontro alle esigenze della società. Credo che a riguardo sia giusto da parte mia ottenere un rimborso spese commisurato all'impegno che il ruolo richiede ed a quanto fatto vedere nella passata stagione. Da parte della società credo sia altrettanto giusto corrispondere una parte di tale rimborso solo al raggiungimento di alcuni obbiettivi che la squadra sarà capace di ottenere e che ci porremo insieme ai dirigenti stessi,  tenendo conto della rosa a disposizione e di quelle che andremo ad  affrontare, proprio come avvenuto l'estate scorsa per la stagione appena conclusa.
Insieme ad Alfredo Bencardino stiamo già parlando dei possibili scenari che potremmo trovarci di fronte riguardo il calcio mercato. E' una fase ancora di attesa, in quanto alcuni Campionati devono arrivare ancora all'epilogo e tutti i giocatori sono sotto tesseramento, così come i nostri, fino al 30 giugno. Una cosa però la vorrei rimarcare e cioè, come già detto nelle settimane scorse, che in questa sessione di calcio mercato potremo partire da una posizione migliore rispetto al passato. Innanzitutto la società, seppur in mezzo a mille difficoltà, ha mantenuto fede a tutti gli impegni presi con i tesserati. Proprio venerdì scorso i dirigenti, in occasione della cena di fine stagione, provvederanno a corrispondere l'ultimo rimborso spese della stagione appena conclusa. Questo, oltre che a fare piacere, credo sia un fatto molto positivo quando affronteremo i temi delle riconferme e di possibili tratttive di mercato.
Inoltre, la stagione appena conclusa ha permesso alla società di meglio valutare la posizione di alcuni giocatori, alcuni dei quali sono stati chiamati ad assumere un ruolo da leader mentre molti altri si sono misurati per la prima volta in un campionato di prima squadra.
Credo che dall'inizio di giugno si inizierà a muovere qualcosa e sono sicuro che per quel tempo avremo le idee molto chiare sul da farsi.

IM1923: Sul blog, spesso e volentieri, leggiamo critiche feroci nei tuoi confronti, molte delle quali sembrano essere "a prescindere". Ecco alcuni esempi (corretti degli errori/orrori ortografici)? "Dov'è il buon lavoro fatto da "Gianbo"? Tattica 0, affiatamento del gruppo 0 , comportamento in campo 0 e non state a dirmi che ha fatto crescere i giovani, quelli utilizzati erano gia belli che cresciuti per conto loro ed hanno fatto bene malgrado si ostinasse a far giocare la maggior parte fuori ruolo. "Ah si! una cosa di buono Bocchi l'ha e l'ha dimostrato soprattutto nel girone di andata:un fortuna sfacciata"; "per fare un salto di qualità è necessario incominciare a cercare un allenatore con la A maiuscola"; "A casa Bocchi... non lo vuole nessuno, nè giocatori nè tifosi".
Cosa rispondi ai tuoi detrattori?
G.L.B.: Nel corso della stagione ho letto alcuni commenti che in effetti mi hanno dato un po' di fastidio. Ad alcuni ho pure risposto, soprattutto quando si mettono in discussione fatti oggettivi. Se qualcuno non è soddisfatto per come la squadra gioca  è liberissimo di esprimere il proprio parere, ma credo sia ingiusto non riconoscere che la squadra, nel corso del Torneo, ha fatto vedere qualcosa di positivo, non soltanto in termini di risultati. Molti ragazzi erano all'esordio in prima squadra e sia a livello di singoli che a livello di reparti si sono visti dei miglioramenti. Abbiamo subito parecchi gol (in parte dovuti a singole partite dove abbiamo subito oggettivamente troppo in maniera non meritata), ma ne abbiamo fatti altrettanti e mandando in gol un gran numero di giocatori diversi, molti dei quali giocatori "under". Sulla tattica, pur dovendo riconoscere di aver tralasciato qualcosa da questo punto di vista perchè con allenamenti serali è difficile essere puntiglioso, la squadra ha dimostrato di essere preparata a interpretare diversi schieramenti tattici, dimostrando una buona duttilità e capacità di adattamento.
L'affiatamento del gruppo non sta a me giudicarlo ed è una domanda che andrebbe fatta a chi ha avuto la possibilità di seguire da vicino l'intero gruppo quotidianamente, ma credo che anche da questo punto di vista si siano avute delle ottime indicazioni. Qualcuno (secondo me sempre lo stesso...), mi ha accusato di utilizzare alcuni giocatori fuori ruolo... Poi vedo che Garcia, nella Roma, schiera Florenzi prima attaccante, poi centrocampista e infine terzino e vengono definite "mosse geniali". Se  schiererò Trucco terzino sinistro e Castagna difensore centrale credo che possa essere oggetto di critiche, ma se schiero Garattoni laterale destro, in alcuni casi con compiti più offensivi e in altri più difensivi, non ci vedo nulla di strano.
Sul fatto che alcuni giocatori non mi sopportano è una cosa che mi giunge nuova. Il mio ruolo e il mio carattere mi ha portato, nel corso della stagione, ad avere alcune incomprensioni con alcuni giocatori, alcuni dei quali, a mio parere, afflitti da un pò troppo vittimismo. Comunque mai nulla di eclatante e che non rientrasse nel normale rapporto allenatore/giocatore. Riguardo i tifosi, quelli veri, non credo che se devono esternarmi qualcosa lo facciano qui sul blog in forma anonima. Sanno benissimo dove trovarmi, quando trovarmi e soprattutto come trovarmi. Mi dai l'occasione, una volta di più per ringraziarli di cuore per il sostegno che ricevo anche quotidianamente  anche quando li incontro lontano dal "Ciccione".
Sul discorso comportamento, come avvenuto in occasione di una precedente intervista, credo sia doveroso da parte mia fare un mea culpa e propormi di migliorare, in modo che anche i giocatori possano avere un comportamento migliore in occasione delle gare ufficiali e quando ci troviamo ad affrontare decisioni arbitrali discutibili, ma che ad onor del vero possono a volte anche essere a nostro favore. Su questo aspetto devo migliorare insieme alla mia squadra, cercando di avere la capacità di trasformare alcuni episodi negativi in uno stimolo maggiore per  dare di più ed avere la meglio sugli avversari.
Sulla fortuna, ammesso che siano stati maggiori gli episodi fortunati rispetto a quelli sfortunati ( a riguardo ho i miei forti dubbi...), non vedo come possa farmene una colpa...

Domani la seconda parte della chiacchierata con Gian Luca Bocchi

domenica 24 maggio 2015

Play off Eccellenza

Dopo il pareggio a reti bianche nella gara d'andata disputata al “L. Bettinazzi” di Adria, questo pomeriggio la Fezzanese affronterà l'Adriese nella gara di ritorno delle semifinali dei play off di Eccellenza.
La gara verrà disputata allo stadio “Ferdeghini” di La Spezia e non al "Carmelo Amenta" di Fezzano, la tana della Fezzanese.
La vincitrice di questa gara, giocherà contro la vincitrice dello spareggio Sporting Città Di Fiumicino-Rignanese.
FEZZANESE-ADRIESE: 5-3. (dopo i calci di rigore)
Gli spezzini accedono, pertanto, alla finale ed affronteranno la Rignanese che ha asfaltato 4-0 lo
Sporting Città Di Fiumicino.

sabato 23 maggio 2015

Settore giovanile. Juniores Regionali (semifinali andata)

Dopo le gare di ritorno dei quarti di finale, che hanno visto vittoriose AlzanoCene, Vigor Perconti, Virtus Francavilla e Progresso, si disputano oggi le gare di andata delle semifinali.
Questo le due sfide:
Vigor Perconti-Virtus Francavilla: 2-1. Barbini (P), Suti (F), Amici (P)
AlzanoCene-Progresso: 2-1.
La prima gara si giocherà su terreno di gioco del Centro Sportivo Vigor di Roma (Colli Aniene), mentre la seconda si disputerò presso il "Pesenti Pigna" di Alzano Lombardo
Le partite di ritorno si disputeranno, a campi ovviamente invertiti, mercoledì 27 maggio.

venerdì 22 maggio 2015

La rosa neroazzurra. Alberto Realino

Nome: ALBERTO
Cognome: REALINO
Luogo di nascita: IMPERIA
Data di nascita: 29-10-1997
Ruolo: CENTROCAMPISTA
Carriera
Stagione: 2013-14. Squadra: IMPERIA. Serie: GIOVANILI
Stagione: 2014-15. Squadra: IMPERIA. Serie: ECCEL. Pres: 1. Gol: 0
(A.A.A. fotografia più bella cercasi)